Home Formigine Formigine, nel Consiglio comunale del 14 luglio approvato il regolamento per la...

Formigine, nel Consiglio comunale del 14 luglio approvato il regolamento per la cittadinanza onoraria e benemerita







Si è tenuta al castello ieri sera – martedì 14 luglio – la prima delle due sedute di luglio del Consiglio comunale di Formigine.

Dopo il riscontro a tre interpellanze sui servizi di Hub in Villa, sui fondi per la manutenzione di strade e fogne, sulle rette dei centri estivi, è stata approvata la delibera di approvazione del regolamento che disciplina “l’istituzione e la concessione delle onorificenze civiche della Cittadinanza onoraria e della Cittadinanza benemerita”. Grazie a questo atto, d’ora in poi a chi è insignito di particolari meriti in campo sociale, culturale, sportivo e più in generale della vita pubblica, potrà essere conferita la cittadinanza benemerita (se la persona è residente) o la onoraria (se la persona non è residente).

Fra le mozioni approvate, la prima è stata quella intitolata “Celebrazioni e iniziative varie in occasione del centenario della nascita di Ermanno Gorrieri”, che prevede fra le altre disposizioni di “organizzare una giornata di studi in memoria della Brigata Italia, per portare alla luce le vicende come parte delle celebrazioni del 25 aprile”, “porre una targa commemorativa per Ermanno Gorrieri nella frazione di Magreta, in luogo da concordare con i famigliari dello stesso”, e infine “Intitolare un parco della frazione di Magreta alla Brigata Italia, con individuazione dello stesso da concordare con i famigliari delle persone appartenenti alla Brigata medesima”.

La seconda mozione approvata aveva per oggetto il “futuro della tratta Modena – Sassuolo (Gigetto)”, che impegna la giunta “a mettere la riprogettazione della linea Modena – Sassuolo al centro della discussione sulla mobilità della città e della provincia al fine di velocizzare una sua evoluzione”, a “sostenere la necessità davanti a TPER e alla Regione di una profonda e moderna analisi su come può cambiare tale linea per diventare davvero funzionale e alternativa conveniente rispetto alle altre opzioni di mobilità, anche alla luce dei risultati che emergeranno dallo studio di fattibilità sulla conversione del treno in tramvia; di valutare la possibilità davanti a TPER e alla Regione dell’estensione della tratta anche verso le città di Carpi, Bologna e Reggio Emilia, mete di destinazione di tanti lavoratori e studenti residenti presso il Distretto Ceramico”.

Approvata infine la mozione “nuovi strumenti per valorizzare le relazioni internazionali”, con la richiesta di redazione di un regolamento ad hoc, le modalità operative del comitato permanente di gemellaggio, e l’auspicio di mantenere – anche in tempi difficili come questi – le relazioni e le iniziative in essere con le città gemellate con Formigine.

La seduta era chiusa al pubblico per motivi di sicurezza sanitaria: i consiglieri e gli assessori, pur presenti al castello, sono stati distribuiti nelle diverse sale, le postazioni sono state distanziate secondo i protocolli di sicurezza, e tutti gli intervenuti hanno indossato i previsti DPI (mascherine e guanti monouso), distribuiti all’ingresso dal personale in servizio. Prossima seduta prima della pausa estiva, martedì 28 luglio.