Home Sassuolo Il Collegio di Braida La perduta villa del Collegio dei Nobili di...

Il Collegio di Braida La perduta villa del Collegio dei Nobili di San Carlo di Modena in Braida







Edificata tra il 1835 e il 1837, ampliando il precedente Casino Torelli, già Gazzoli, la villa del Collegio dei Nobili di San Carlo di Modena, nella località Braida di Sassuolo, si configurava come uno dei complessi di villeggiatura più ampi e interessanti del Ducato austro-estense. Dotata della prima piscina del territorio, realizzata attorno al 1880, la villa era destinata ad accogliere gli allievi del Collegio dei Nobili di San Carlo durante il periodo estivo, dalla metà di luglio alla metà di ottobre. Requisita durante i due conflitti mondiali, fu poi destinata ad accogliere famiglie che necessitavano di una abitazione, e definitivamente demolito, dopo un incendio, nel 1973. Questa tredicesima puntata de “La Delizia… a piccole dosi: storia e arte di Sassuolo” racconta la storia di questo monumentale complesso, che sorgeva dove ora scorre veloce il traffico della circonvallazione e dove sono operose le imprese industriali e artigianali del quartiere Braida.