Home Bologna Coronavirus, l’Unipol Arena di Bologna al via un servizio “test drive” da...

Coronavirus, l’Unipol Arena di Bologna al via un servizio “test drive” da 100mila esami al mese







L’Arena più grande d’Italia non si ferma neppure in tempi di pandemia e si riconverte in un imponente centro screening. La fase 2 è ormai una realtà, ma resta il problema di come ridurre al minimo i rischi dovuti alla frequentazione dei luoghi di lavoro: tra qualche giorno sarà operativo l’Unipol Arena Lab, con un servizio inizialmente dedicato alle imprese che decidono di effettuare lo screening sierologico sui propri dipendenti (ad oggi sono circa 600 le aziende in regione che hanno fatto richiesta di un programma di screening).

Questo servizio diventa realtà grazie alla partnership tra Synlab e Unipol Arena: con oltre 20.000 addetti e 500 milioni di test di laboratorio eseguiti all’anno in Europa la multinazionale è il numero uno nel continente nel settore dei servizi di diagnostica di laboratorio; il centro Synlab di Faenza è tra quelli selezionati dalla Regione Emilia-Romagna e autorizzati all’esecuzione dei test.

Le aziende che volontariamente decidono di procedere con lo screening comunicano alla Regione l’avvio del programma e il laboratorio scelto tra quelli accreditati. Affidandosi a Synlab, grazie all’organizzazione dell’Unipol Arena Lab, gli esami vengono effettuati in modo sicuro e veloce, su appuntamento. I lavoratori accedono con la propria auto all’interno dell’anello che circonda il building: qui sono attive dieci stazioni che mettono a disposizione complessivamente venti postazioni dove gli operatori sanitari di Synlab verificano lo stato immunitario attraverso il test sierologico standard (con prelievo venoso). In quattro minuti l’esame è fatto: a regime verranno eseguiti circa 3mila test al giorno, per un totale di oltre 100mila al mese.

Entro le 24 ore successive sia il medico aziendale che il paziente potranno scaricare l’esito del test dalla piattaforma dedicata ai referti online disponibile sul sito www.synlab.it. L’obiettivo è quello di rilevare gli anticorpi specifici di Sars-Cov 2, per capire chi è entrato in contatto con il virus e chi potrebbe esserne stato immunizzato, cercando la presenza delle immunoglobuline; se il test sarà positivo, scatterà da subito l’isolamento precauzionale, in attesa dell’effettuazione del tampone oro-faringeo di verifica, sempre a cura di Synlab.

“Siamo onorati di partecipare come “partner di salute” a questa importante iniziativa ideata da Unipol Arena – ha commentato Francesco Epifani, amministratore delegato di Synlab MED –. Questa iniziativa, nella sua innovativa semplicità, rappresenta un prezioso strumento di tutela della salute dei lavoratori, in grado di consentire una veloce ripartenza delle aziende e un accesso ai test in tutta sicurezza”.

“L’Arena si dimostra in grado di essere un punto di riferimento non solo per i grandi eventi, ma anche per le grandi emergenze come quella in corso – sottolinea Claudio Sabatini di Unipol Arena – Siamo fieri di collaborare con un partner internazionale d’eccezione come Synlab, che ha reso possibile concretizzare la nostra idea. Un grazie particolare va alla Regione e alle istituzioni che hanno apprezzato questa iniziativa”.

In un secondo momento, una volta smaltite le richieste di screening da parte delle aziende, anche i privati cittadini, che potranno sottoporsi al test sierologico presso Unipol Arena Lab, ma solo con prescrizione medica, al costo di 25 euro come stabilito dalla Regione.