Home Comprensorio Solidarietà alimentare: 2.000 le domande pervenute all’Unione dei Comuni del Distretto ceramico

Solidarietà alimentare: 2.000 le domande pervenute all’Unione dei Comuni del Distretto ceramico







Sono 2.000 le domande pervenute ai Servizi sociali dell’Unione dei Comuni del Distretto ceramico per l’erogazione di buoni spesa. L’importo complessivo è di 638.000 euro, ai quali ogni Comune potrà aggiungere quanto reperito attraverso il proprio fondo di solidarietà. Sono invece un’ottantina i commercianti che hanno aderito al progetto accettando la spesa presso i propri esercizi.

I primi buoni sono già stati erogati. Sarà anche possibile avere tessere e carte prepagate, in arrivo la prossima settimana. Tutti coloro che hanno fatto domanda saranno contattati dagli assistenti sociali, con i tempi dettati dalle numerose richieste.

L’Unione dei Comuni del Distretto ceramico ha messo a disposizione una semplice form online per inoltrare la richiesta e per essere aggiornati sull’avanzamento della pratica, al fine di evitare spostamenti. Per chi invece non ha a disposizione il collegamento a Internet, all’esterno dei presidi sociali territoriali è presente una bacheca con i moduli cartacei ( a Fiorano Modenese presso l’edicola della piazza principale). Ricordiamo che l’accesso al finanziamento è determinato dall’impossibilità di acquisto di generi di prima necessità, a seguito dell’emergenza epidemiologica. Ad esempio, la perdita di lavoro per cessata attività, mancato rinnovo di contratto a tempo determinato, sospensione di ogni attività lavorativa, partite IVA in attesa di percepire le sovvenzioni previste, cassaintegrati con forte riduzione del reddito, eccetera. La condizione deve essere autocertificata, con tutti gli oneri che derivano da false dichiarazioni; saranno effettuati controlli.

Afferma il Presidente dell’Unione Francesco Tosi: “Desidero ringraziare tutti gli operatori dei Servizi sociali coinvolti in questa operazione particolarmente gravosa sia per il numero di richieste pervenute sia per la tempestività che va garantita”.