Home Carpi Coronavirus: le indicazioni dei Comitati CSI di Modena e Carpi e il...

Coronavirus: le indicazioni dei Comitati CSI di Modena e Carpi e il progetto social “Cortili”







A seguito del DPCM del 4 marzo 2020 e della circolare del  Centro Sportivo Italiano, l’attività sportiva codificata (quali campionati, tornei, competizioni ed eventi) dei Comitati CSI di Modena e Carpi, anche a porte chiuse e senza presenza di pubblico, è SOSPESA fino al 15 marzo 2020. Queste indicazioni sono da ritenersi valide, fatte salve differente specifiche e locali ordinanze di autorità sovraordinate.

Il comitato di Modena, insieme a quello di Carpi, è a disposizione delle società sportive del territorio per offrire tutto il supporto possibile: sul sito web www.csimodena.it a questo link http://bit.ly/vivereaitempidelcoronavirus è possibile scaricare un documento che ha l’obiettivo di ‘aiutare’ e orientare rispetto ai numerosi quesiti giunti in questi giorni, per quanto riguarda la proposta di attività, corsistica e allenamenti.

Il documento #CSIModena e #CSICarpi contiene alcune indicazioni, tra cui la sintesi delle indicazioni del DPCM del 4 marzo 2020, in particolare per quanto riguarda l’attività non agonistica, gli allenamenti, la regolare apertura di impianti e le sanzioni previste per chi non rispetta tali indicazioni. L’indicazione dei due comitati rispetto alle indicazioni del DPCM è la seguente: “si suggerisce la chiusura degli impianti  e la sospensione delle attività di allenamento e corsistico didattiche se non si ritiene ci siano le condizioni per il rispetto delle previsioni del DPCM”.

L’OFFERTA “ALTERNATIVA”
I comitati CSI di Modena e Carpi intendono recepire la raccomandazione di cui all’art. 2 comma 1) punto e) del Decreto citato, che invita le realtà sportive ad offrire attività ricreative individuali alternative a quelle collettive interdette dal decreto. “Sappiamo bene – spiega Stefano Gobbi presidente CSI Modena – che la responsabilità in capo a presidenti, dirigenti, allenatori, istruttori, gestori, arbitri, custodi e’ troppo elevata; il rischio di contagio singolo e collettivo ci impedisce di fare attività  sportiva! Con l’obiettivo dunque di coinvolgere tutte le persone che non possono allenarsi e fare movimento in queste lunghe giornate ci stiamo attivando internamente e con le nostre società sportive per proporre nei prossimi giorni un programma di allenamento fisico e tecnico, da poter svolgere individualmente sia all’aria aperta che presso la propria abitazione. Sarà l’occasione per non interrompere l’attività fisica”.
Nel documento redatto dai due comitati è chiaro “l’appello” rivolto alla comunità, agli insegnanti, alle società sportive e agli operatori sportivi: proporre attività alternative e coordinarsi con i comitati CSI rispetto alla proposta di attività ricreative individuali, che potranno poi essere veicolate e raccontate tramite immagini e video”.

“Chiediamo alle società di organizzarsi per promuovere e organizzare allenamenti individuali, – aggiunge Gobbi – proporre attività sportive “adattate” alle misure richieste nei parchi, in montagna, sulla neve, nei centri storici, nelle piste ciclopedonali. Nei prossimi giorni invieremo un questionario a tutte le società affinché ci raccontino come stanno vivendo queste giornate e quali soluzioni alternative intendono proporre rispetto a quelle ordinarie. Vogliamo promuovere il volontariato sportivo in situazioni di emergenza, metterci a disposizione per accompagnare le fasce bisognose in questo momento, bambini e anziani, offrire consigli e suggerimenti sulla salute e sul benessere, proporre attività individuali nel rispetto di quanto ci viene richiesto”.
Per informazioni, per inviare materiale e proposte è attiva la mail segreteria@csimodena.it

SUI SOCIAL IL PROGETTO “CORTILI”
Abbiamo tutti giocato nel cortile di casa, al parchetto vicino o in un giardino della città, no?
In questi giorni di emergenza sanitaria e di forte criticità, in cui ci viene chiesta la massima attenzione, #CSI Modena lancia sui social questa iniziativa: “Cerchiamo di impiegare il nostro tempo libero per quanto possibile in modo sano e costruttivo.  Una partita (a due) di calcetto, di basket o di pallavolo in cortile o nel campetto dietro casa? Un giro sull’altalena? Una camminata per la ciclabile? Una partita a 1,2,3 stella? Raccontaci anche tu come ti stai attivando rispetto a queste giornate di ‘emergenza’ per praticare sport e fare fitness outdoor, da solo o insieme ai tuoi amici. Nel massimo rispetto delle indicazioni che ci viene chiesto di seguire per fronteggiare il coronavirus! Posta anche tu la tua foto (o video) con #ModenainSport e aiutaci a trasmettere il senso di una comunità che ‘ ti appartiene’.  Raccontaci la tua idea di “come fare sport” in sicurezza ai tempi del Coronavirus!”