Home Modena Abitcoop Modena, le iniziative per l’8 marzo assieme a UDI

Abitcoop Modena, le iniziative per l’8 marzo assieme a UDI







Abitcoop, la più numerosa cooperativa di abitazione della provincia di Modena, per manifestare la sua vicinanza alle donne si “tinge” idealmente di giallo.

In occasione della Festa internazionale della donna le socie Abitcoop che, nelle giornate da giovedì 5 a sabato 7 marzo, si recheranno nella sede provinciale di Modena (via Nonantolana 520) e a Carpi (via Peruzzi 24) nella giornata di venerdì 6 marzo riceveranno un omaggio floreale.

Il dono è stato realizzato da UDI Modena.

Contestualmente tutte le socie, ma anche i soci della cooperativa e le cittadine ed i cittadini che ne condividono la finalità, potranno sottoscrivere in questi giorni, e nei successivi, la petizione nazionale di UDI per rendere le molestie sessuali nei luoghi di lavoro un problema di sicurezza sul lavoro.

L’iniziativa della associazione – pienamente con divisa dalla cooperativa modenese – mira ad introdurre nel decreto 81/2008 “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro” di un nuovo Titolo dedicato specificatamente alle molestie sessuali nei luoghi di lavoro, proponendo che quest’ultime vengano trattate come una sorta di “incidente sul lavoro” che, intaccando l’integrità fisica e psicologica delle lavoratrici, pongono di fatto un problema di sicurezza sul lavoro.

“Le molestie sessuali agite nei luoghi di lavoro – spiegano le proponenti – costituiscono violenza e hanno l’effetto di ipotecare fortemente la presenza delle donne negli ambiti lavorativi e con questo l’autonomia economica delle cittadine: nell’indagine “Le molestie e i ricatti sessuali sul lavoro” del 13 febbraio 2018, l’Istat stima che il fenomeno abbia riguardato almeno una volta nella vita il 43,6% delle lavoratrici in Italia tra i 14 e i 65 anni, e l’O.I.L. definisce le molestie come “minaccia alle pari opportunità” e “inaccettabili e incompatibili con il lavoro dignitoso” nella Convenzione del 2019”.

E’ con questa consapevolezza che l’UDI Modena propone che le molestie sul lavoro vengano contrastate attraverso percorsi di prevenzione culturale dedicati al riconoscimento del problema, alla sua origine di stampo patriarcale e ai modi per abbatterlo; che questi siano tenuti in collaborazione con le associazioni femminili e, da ultimo, che essi siano inseriti all’interno della formazione già obbligatoria sulla Sicurezza sul lavoro, perseguendo così una logica di mainstreaming di genere che permetta il debellamento del fenomeno attraverso politiche integrate, anziché parallele, le stesse auspicate 25 anni fa dalla Conferenza mondiale delle donne di Pechino di cui quest’anno ricorre l’anniversario.