» Ambiente, Politica, Sassuolo » In Consiglio Comunale interrogazione sulla situazione del parco Le Querce

In Consiglio Comunale interrogazione sulla situazione del parco Le Querce


La seduta del 30 ottobre del Consiglio Comunale di Sassuolo è stata aperta da una interrogazione avanzata all’Amministrazione Comunale dai consiglieri del Gruppo Misto Antonio Rossi e Renzo Catucci sul tema: “Situazione Parco Le Querce”:

“Il Parco le Querce è situato in una zona molto popolosa della città, tra Via San Pietro e Via del Tricolore, non lontano da Largo Collodi. La sua collocazione ne rende strategico l’utilizzo e la valorizzazione in una zona già di per sé povera di punti d’incontro e valorizzazione. Premesso che storicamente Braida, soprattutto l’area dove il parco sorge, ha visto situazioni di degrado e di piccola criminalità. Per dare continuità ad un’opera di riqualificazione, in un’ottica di maggiore vivibilità, bisogna perseguire con ogni mezzo a disposizione l’obbiettivo di un maggiore presidio civile, rendendo il parco vivo e vissuto. L’ampia edificazione avvenuta nella zona, ha progressivamente ridotto le aree verdi presenti.

CONSIDERATO CHE

Più volte abbiamo sensibilizzato l’amministrazione sul tema, chiedendo un impegno preciso anche in sede di approvazione di bilancio. Con l’approvazione dello scorso bilancio erano stati stanziati 10mila euro proprio per un progetto specifico di riqualificazione del Parco Le Querce

Interroga il Sindaco e la Giunta

1. Sono già stati effettuati interventi presso il Parco Le Querce, a seguito dello stanziamento incluso nel bilancio 2017? In caso contrario esiste un progetto da eseguirsi, e se si da cosa è composto?

2. Quali controlli sono stati predisposti dall’amministrazione per la zona in oggetto?

3. È possibile prevedere la chiusura dell’accesso al parco che confina con la struttura dei Gerani, in modo da chiudere una via di fuga che può rendere meno efficaci i controlli?”

All’interrogazione ha risposto il Vicesindaco del Comune di Sassuolo Maria Savigni:

“In risposta all’interrogazione in oggetto, prima di dare lettura delle relazioni ad opera dell’ufficio tecnico, per quanto compete le opere di manutenzioni, e della Polizia Municipale, per quanto concerne il tema dei controllo, preme sottolineare che l’Amministrazione ha ritenuto prioritario sostenere le attività di volontariato e animazione nei parchi e nei quartieri, con particolare riferimento alle aree periferiche, nella convinzione che quando un territorio è vissuto e sentito proprio dai suoi cittadini si combattono più facilmente le forme di degrado. Con questo obbiettivo abbiamo promosso per gli anni 2017 e 2018 i bandi SASSUOLOCITTATTIVA, che hanno permesso e tuttora permettono di sostenere attività di animazione nei parchi, e nei quartieri fuori dal centro cittadino, bando che verrà rifinanziato per il 2019. Grazie ai finanziamenti ottenuti con la presentazione di progetti di rete, all’associazione CREA per il 2017 e AIGVS per il 2018 sono stati concessi contributi che hanno permesso di articolare un programma di animazioni estive, nel parco Le Querce. Questo per quanto riguarda l’animazione sociale”

A completamento della risposta sono stati letti due documenti redatti appositamente dal Comandante della Polizia Municipale Valeri Meloncelli e dal Direttore Tecnico di SGP Alessandro Mordini.

La risposta della Polizia Municipale:

“Il Parco le Querce come tutta la zona di Braida vengono quotidianamente pattugliate dalla Polizia Municipale ed in particolare dai vigili di quartiere. Oltre al controllo del parco è compito prioritario degli stessi mantenere una sorveglianza costante nel complesso denominato “Gerani” al fine di evitare accessi abusivi da parte di persone irregolari.

La zona del parco risulta essere videosorvegliata e monitorata attraverso le telecamere.

Nelle ore serali e notturne, grazie anche al protocollo in essere con le altre forze dell’ordine, vengono periodicamente effettuati controlli congiunti con la polizia di stato, prova ne sono gli ultimi “arresti per spaccio” operati in tale area dalle pattuglie miste.

Settimanalmente, la polizia municipale partecipa al tavolo tecnico costituito a livello provinciale con le altre forze di polizia nella quale vengono definiti gli obbiettivi di controllo coordinato del territorio sul tema della sicurezza pubblica e della sicurezza urbana ed il quartiere Braida rientra tra questi obbiettivi.

Dal mese di luglio è stata attivata una convenzione con un istituto di vigilanza, il quale svolge un’attività aggiuntiva e non sostitutiva rispetto a quella della polizia locale, nel centro cittadini, nei parchi pubblici, e a tutela degli immobili pubblici”.

La risposta di SGP:

“Facendo seguito alla richiesta pervenuta dai consiglieri Renzo Catucci e Antonio Rossi, in data 23 ottobre 2018 rif. prot. Comune n. 38932, relativamente alla situazione del Parco “Le Querce”, per quanto di competenza, si comunica quanto segue .

Nel novembre 2017 venne stanziata, in fase di assestamento del bilancio, una somma pari a euro 10’000,00 (IVA compresa) per la creazione di una rampa di accesso al parco “Le Querce ” richiesta dai Consiglieri Comunali Renzo Catucci e Antonio Rossi su proposta dei residenti della zona.

Dalle verifiche effettuate sul posto emerse come la porzione di verde sulla quale si richiedeva l’intervento non fosse di proprietà pubblica, .ma facesse parte di un subalterno, identificato come “bene comune non censibile”, del mappale catastale collegato all’immobile denominato “I Gerani”, di fatto una proprietà privata, sulla quale non sarebbe stato possibile realizzare opere volte all’utilizzo del parco pubblico. In considerazione di quanto sopra e in accordo con l’Amministrazione, venne quindi predisposto un progetto definitivo – esecutivo che prevedeva interventi puntuali di manutenzione straordinaria volti a risolvere alcune criticità all’interno dello stesso giardino di via San Pietro rilevate in occasione delle verifiche effettuate dagli uffici preposti, nell’ottica di garantire una tutela della sicurezza pubblica e preservare al meglio il patrimonio verde. L’area ad Est del giardino, per lo più destinata alle attività sportive, risultava di fatto quella da sottoporre ad interventi puntali di manutenzione prevedendo nello specifico, le operazioni di seguito sommariamente elencate:

a. sostituzione della recinzione (h. 2,50 mt .) perimetrale posta a delimitazione del campo da calcetto;

b. fornitura in opera di n.2 cancelli pedonali da posizionare sui lati ovest e sud della recinzione di cui sopra;

c. installazione di una coppia di porte da calcetto da fissare sulla pavimentazione esistente del campo polivalente;

d. rialzo/spalcatura delle alberature radicate sul fronte nord del campo interferenti con la recinzione esistente.

Nel frattempo, tuttavia, i residenti sollecitavano l’attuazione del progetto di creazione della rampa di accesso al parco, pertanto, nel dicembre 2017, al fine di impegnare la spesa in attesa di valutare l’ipotesi di una richiesta di cessione di tale area privata a favore del Comune, venne predisposto dal servizio Verde SGP un progetto definitivo di pari importo prevedendo al suo interno una serie di opere di manutenzione straordinaria da avviarsi nelle aree verdi comunali (progetto approvato con Determina Dirigenziale n. 695 del 18.12.2017).

Trattandosi di un iter di difficile attuazione con tempistiche molto lunghe, in considerazione dello stato di fallimento dell’appaltatore e in ragione delle richieste pervenute nell’estate 2018 dai residenti del quartiere all’Amministrazione Comunale per la chiusura del parco esattamente nel punto in cui era stata precedentemente voluta la rampa di accesso, il 23.08.2018 il servizio verde di SGP ha ripreso il progetto definitivo – esecutivo predisposto nel dicembre 2017, per la sua definitiva approvazione con D.G.C. n. 194 del 12.10.2018.

In data 26.10.2018 SGP s.r.l. ha avviato le procedure di gara per l’individuazione della miglior offerta e dell’operatore economico cui affidare i lavori. La data di scadenza del sondaggio informale è stata fissata per il prossimo 08.11.2018; successivamente si procederà con il controllo dei requisiti generali e all’ avvio dei lavori, che avranno una durata di 30 giorni decorrenti dalla data di consegna degli stessi.

Si precisa che attraverso eventuali economie di spesa derivanti dal ribasso d’asta offerto in sede di gara si potrà procedere con l’acquisto e la posa in opera della recinzione da installare nella porzione N/ E del parco, in modo tale da interdire il passaggio e delimitare l’area verde pubblica.

Evidenziamo, infine, come il parco sia stato sottoposto ad un importante intervento di manutenzione ad opera dei volontari lo scorso 30 settembre in occasione dell’iniziativa “Puliamo il mondo”, a cui ha aderito l’Amministrazione Comunale, durante la quale sono state svolte operazioni di carteggiatura e tinteggio degli arredi esistenti, raccolta foglie e pulizia dai rifiuti di tutta l’area verde.

Si resta a disposizione per quanto si rendesse ulteriormente necessario”.





Linea Radio Multimedia srl - P.Iva 02556210363 - Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.it - Reg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 - Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
• Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018 · RSS ·
9 query in 0,437 secondi