» Ambiente, Carpi » Una nuova vita per la ex centrale di Fossoli di Carpi

Una nuova vita per la ex centrale di Fossoli di Carpi


Nuova vita per l’ex centrale Turbogas di Fossoli di Carpi, in provincia di Modena: procedono infatti i lavori del “cantiere sostenibile” che trasformerà il sito in un innovativo polo logistico, che sarà utilizzato dalle aziende del Gruppo Enel come una delle piattaforme per il nord Italia. Il progetto è stato presentato questa mattina in Comune dal Sindaco di Carpi Alberto Bellelli e da Marco Fragale, responsabile Enel Futur-e, il programma lanciato dall’azienda per riqualificare i siti delle centrali termoelettriche che hanno concluso o stanno per concludere il loro ruolo nel sistema energetico nazionale.

Il futuro dell’ex centrale di Fossoli di Carpi, autorizzata alla dismissione nel 2013, si svilupperà quindi in un settore del tutto diverso dalla produzione di energia. Il progetto comprende due fasi: i lavori di demolizione e smantellamento delle strutture esistenti non più funzionali al sito, avviati a settembre 2017, proseguiranno fino a maggio 2018, mese in cui verrà avviata la seconda fase, che prevede la costruzione del polo logistico e che sarà completato in meno di un anno.

Grazie alla loro posizione strategica e alla presenza di strutture, edifici, spazi e connessioni, i siti Futur-e sono candidati ideali per accogliere nuovi progetti. In ottica di economia circolare, la trasformazione dell’area verrà realizzata valorizzando al massimo le possibilità di riutilizzo. Inoltre, sia nelle fasi in corso che nella progettazione e realizzazione del polo logistico verranno utilizzate soluzioni sostenibili. Nel cantiere il ricorso a demolizioni selettive permette il recupero di circa 3500 tonnellate di materiali metallici e l’immediato riutilizzo sul posto di 15.000 metri cubi di calcestruzzo frantumato. In questo modo viene minimizzato ogni possibile spreco, trasformando in nuove risorse elementi che altrimenti sarebbero considerati rottami o rifiuti. Anche il progetto del polo logistico è improntato a soluzioni sostenibili, come illuminazione con lampade LED, sistema di fitodepurazione per l’acqua sanitaria e recupero dell’acqua piovana per l’irrigazione delle aree verdi e per il sistema antincendio.

“Siamo soddisfatti per la decisione del Gruppo Enel di dare un futuro all’ex centrale Turbogas, trasformandola in polo logistico e ponendo una grande attenzione alla sostenibilità ambientale del progetto. La zona a nord della città del resto – afferma il Sindaco di Carpi Alberto Bellelli – da anni è già dotata di diversi impianti e siti che ne fanno un vero e proprio ‘polo del riciclo e del recupero’ che non solo serve Carpi connotando in modo strategico il nostro territorio nell’ambito dell’economia circolare. Valutiamo poi il progetto di Enel positivamente perché un pezzo del nostro territorio non viene abbandonato ma recuperato. Questo grazie anche ad una preziosa e positiva collaborazione tra il nostro Comune ed Enel”.

“La soluzione individuata per dare nuova vita all’ex centrale di Fossoli di Carpi rappresenta a pieno titolo l’obiettivo di Futur-e: trasformare la dismissione di ogni impianto in una nuova occasione di sviluppo – spiega Marco Fragale, responsabile progetto Futur-e – Enel vuole ripensare l’utilizzo dei siti delle centrali individuando soluzioni e progetti che rispondano a criteri di innovazione, sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Crediamo molto in questo progetto e l’idea di un futuro diverso per le aree delle centrali parte anche da una ricerca all’interno dell’azienda, incrociando le necessità di business con quelle del territorio, come nel caso di Carpi”.





Linea Radio Multimedia srl - P.Iva 02556210363 - Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.it - Reg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 - Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
• Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018 · RSS ·
13 query in 0,494 secondi