» pubbliredazionali sassuolo, Publiredazionali » Prestiti in crescita: quali sono i più richiesti

Prestiti in crescita: quali sono i più richiesti


Secondo le più recenti rilevazioni il mercato dei prestiti è in crescita, ma per capire meglio la situazione del credito ai privati può essere interessante analizzare più nel dettaglio quali tipologie di finanziamento vanno per la maggiore, quali sono i beni in cima alla lista delle necessità e per i quali si è disposti o in qualche modo obbligati a chiedere un prestito.

L’osservatorio di Facile.it ha analizzato i dati relativi al trimestre dicembre 2017 – febbraio 2018 basandosi su 26.685 preventivi richiesti al comparatore on line da residenti nella provincia di Modena. Il risultato vede in testa le richieste di prestiti che hanno come obiettivo un’auto nuova o a km 0, pari a quasi il 30% del totale. Sul podio seguono i finanziamenti per ristrutturare l’abitazione (19,3%) e al terzo posto troviamo i prestiti per acquistare un’auto usata (17,54%). A seguire: prestiti per comprare casa, per consolidare i debiti, per avere nuova liquidità, per acquistare una moto usata, per arredare casa, per sposarsi o per altre cerimonie e infine per studiare e frequentare l’università.
Gli importi medi richiesti nel trimestre preso in esame sono inferiori ai 20.000 euro, precisamente pari a 17.817 euro. Per quanto riguarda i tempi di rimborso, la durata media per chiudere il finanziamento è 68 mesi. Il 35,8% dei richiedenti della provincia di Modena ha un’età compresa tra i 40 e i 50 anni, mentre la fascia 30 – 40 anni rappresenta circa il 28% del totale.
Confrontare le proposte di prestiti personali su siti come Facile.it è efficace per avere un quadro più obiettivo delle offerte a disposizione e poter scegliere liberamente e senza pressioni la soluzione più conveniente, qualunque sia la necessità che spinge a cercare un prestito. Poter calcolare anticipatamente la rata, soppesando costi accessori ed eventuali agevolazioni, e trovare offerte personalizzate anche in base alla professione svolta e all’età del richiedente, in breve valutare autonomamente e preventivamente convenienza e rischi dell’operazione, aumenta le probabilità di trovare la soluzione compatibile con le garanzie che si possono offrire e quindi di un più rapido accesso al credito.

Per avere un quadro più completo della situazione del credito in Italia si può allargare l’analisi con i dati riportati dal barometro CRIF relativo alle richieste di prestiti da parte delle famiglie a febbraio 2018 in relazione allo stesso periodo del 2017. Il CRIF registra nel bimestre gennaio febbraio di quest’anno un incremento del 5,6% delle richieste di nuovi prestiti (finalizzati e personali) rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre se si considera il solo mese di febbraio l’incremento su base annua è del 3,3%. L’importo medio richiesto a febbraio 2018 è di 9.935 euro, vale a dire il 6,1% in più rispetto a febbraio 2017. In questo dato sono inclusi sia i prestiti finalizzati che quelli personali, ma analizzate singolarmente queste due voci mostrano un andamento significativamente differente. I prestiti finalizzati sono infatti quest’anno in calo di oltre 2 punti percentuali rispetto all’anno scorso e le richieste hanno un importo medio di 6.649 euro, mentre i prestiti personali sono cresciuti in un anno del 9,6% per un importo medio che a febbraio 2018 è pari a 13.588 euro. Ad essere in crescita sono quindi soprattutto i prestiti personali.

Il rapporto mensile ABI di gennaio 2018 consente infine di spostare il focus sulle dinamiche di erogazione e raccolta e sui tassi di interesse medi applicati. Le sofferenze nette a fine 2017, 66,3 miliardi di euro, sono stabili rispetto al periodo ma in deciso calo rispetto a dicembre 2016, quando hanno toccato 86,8 miliardi. Per quanto riguarda i tassi, il report dell’Associazione Bancaria Italiana calcola il tasso medio dei prestiti alla clientela al 2,69%, il tasso medio sui mutui acquisto per la casa all’1,90%. In entrambi i casi si parla di un nuovo minimo storico considerando i livelli pre-crisi di fine 2007.





Linea Radio Multimedia srl - P.Iva 02556210363 - Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.it - Reg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 - Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
• Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018 · RSS ·
18 query in 0,752 secondi